domenica 13 novembre 2011

eccesso di ottimismo

sul sito giallozafferano avevo addocchiato la ricetta di una crostata alla nutella.


dopo essermi assicurata che nel microonde si può cucinare anche la pasta frolla (14 min con funzione crisp, secondo un'utente entusiasta) oggi ho deciso di cimentarmi. sentivo già il profumo spargersi per casa e una fetta sciogliersi in bocca. fantasticavo già sulla ripetizione della ricetta in occasione dell'imminente compleanno del matematico.

dopo aver guardato un tutorial su youtube, che faceva sembrare la pasta frolla un gioco da ragazzi, mi sono messa all'opera.
punto primo ho lavorato la pasta per lunghissimi minuti prima che sembrasse vagamente compatta. (il segreto della pasta frolla perfetta è lavorare pochissimo gli ingredienti)
punto secondo dopo averla tirata fuori dal frigo la pasta era talmente dura che se l'avessi tirata in testa al matematico sarebbe morto.
punto terzo dal forno è uscita una roba semi-carbonizzata. e per casa si sente un pessimo odore di bruciato.

4 commenti:

Maria ha detto...

Silvia, se vuoi te la spiego io la pasta frolla che viene sempre, è buonissima ed è testata anche nel micro (io ci faccio i biscotti). Baci,

Maria

b & k ha detto...

Azz...pensavo che con la nutella si andava sempre sul sicuro...;)

LP ha detto...

voglio anch'io il trucco per la pasta frolla perfetta anche con il microonde! Non ho ancora provato, ma serve sempre per un milione di torte diverse. Azzurropillin, non disperare, pensa da scienziata, è fallito solamente il primo esperimento ;)

azzurropillin ha detto...

ricetta di maria per la pasta frolla, con cui fare anche i biscotti

Allora:

prendi 2 tuorli e mescolali con 80 gr di zucchero. Aggiungi 120 gr di burro freddo a pezzettini sottili e mescola. Aggiungi un pizzico di sale e 200 gr di farina. Mettici l'aroma che preferisci: scorza grattata di mezzo limone, un po' di vaniglia, essenza di mandorla, cannella, zenzero. (questa è la ricetta per la pasta frolla;
da qui in giù la ricetta per farne biscotti.)
Prepara due o tre rotolini tipo mini polpettone e raffredda nel
frigorifero.
Riprendi il rotolino bene freddo, rotolalo nello zucchero (bianco o di canna, più granuloso, oppure, a scelta, nella granella di mandorle o nocciole oppure nel cocco) e affetta (h. 7/8 mm, fino a 1 cm). Otterrai dei biscotti rotondi con un bordino granuloso. Mettili sul piatto crisp e cuoci per 4-5 minuti. (Meglio andare di 2 in 2, per non correre rischi.) Se a un certo punto ti sembrano dorati sotto e troppo chiari sopra puoi girarli (con molta cautela e una palettina piatta, perché in questa fase si spezzano facilmente). In pratica, per la cottura devi navigare a vista. prima di
staccarli dal piatto aspetta che siano tiepidi. Se li vuoi decorati sul tondo e non sul bordo, puoi metterci una mandorla intera al centro(pelata), o una nocciola, o un pizzico di granella di zucchero.
Tra gli aromi, se ti piace, puoi contemplare anche lo zafferano, che dà un profumo fantastico.
Questi biscotti sono comodi
perché li fai una volta e durano per due o tre occasioni, e se ne tieni un rotolino in freezer in cinque minuti prepari biscotti freschi per il tè, in qualsiasi momento. Ovviamente puoi lanciarti a decorarli con del cioccolato fuso, se ti senti particolarmente ispirata.