venerdì 26 maggio 2017

- 4 (?) e amazon mette i bastoni tra le ruote

mancano 4 giorni al 30 maggio, il giorno in cui avevo previsto di far uscire la nuova edizione di "non un romanzo erotico" (di cui due giorni fa avete visto un pezzetto di copertina).
stavo giusto pensando che non sapevo cosa scrivere sul blog quando ricevo una email da kdp  di amazon, la piattaforma su cui ho intenzione di autopubblicare.
mi dice che vuole un documento della casa editrice che attesti che sono tornata in possesso dei diritti di edizione.
se avessi fatto come al solito, cioè non avessi preparato una scheda del romanzo, non l'avessi mandata a decine di blogger, non stessi gridando ai 4 venti che il 30 maggio uscirà "non un romanzo erotico" non ci sarebbe alcun problema a spostare la data di uscita.
ma visto che ho mobilitato mari e monti, si prospetta una gran figuraccia se la questione non dovesse risolversi entro lunedì.
ho tutto il weekend per friggere in solitudine con la speranza che santo amazon si accontenti di una autocertificazione.

giovedì 25 maggio 2017

- 5 e sta tutto sfuggendo di mano

* il matematico è moribondo per due linee di febbre. ma deve guarire perché tra due giorni parte per vienna e mi lascia da sola (tanto per non perdere l'abitudine)
* ho trovato una nuova scusa per non andare a correre: se corro mi devo lavare i capelli. se mi lavo i capelli le mie punte blu sbiadiscono. visto che non voglio che le punte sbiadiscano. vado a correre solo quando mi devo lavare i capelli.
* ho mal di gola. così tanto mal di gola da non riuscire a deglutire. così tanto mal di gola da aver passato la notte in bianco.
* il mio smartphone è così intelligente da aver cambiato sistema operativo in totale autonomia. e in totale autonomia ha cambiato la funzione timer. così la sottoscritta ha impostato il tempo di cottura della pasta a 8 ore (anziché 8 minuti). quando mi sono resa conto che il timer non si era ancora fatto sentire erano passati 15 minuti. e buon appetito.
* ho installato una app per monitorare l'umore. indipendentemente da quello che faccio mi sento per lo più mah. o ma(h)le. ci sono molte icone personalizzabili. ce n'è una a forma di cacca e una a forma di carta igienica. immagino per le giornate più di m****.

mercoledì 24 maggio 2017

- 6 giorni

inizia oggi il conto alla rovescia verso quello che potrebbe rivelarsi un grande successo o un grande insuccesso.
ovviamente in questi mesi ho studiato e lavorato seriamente per fare in modo che tutto funzionasse al meglio. ma lo scopriremo solo a partire dal 30 maggio.
io intanto mi sento come un'anatra. sopra la superficie dell'acqua sembro serafica e tranquilla, sotto la superficie è tutto un vorticoso agitarsi di zampe.

qui di lato una piccola anteprima visiva.

ps di servizio: qualche ora fa è partita la prima sfavillante newsletter azzurropillin. se non l'avete ricevuta ma volete riceverla fatemi sapere e provvederò a inoltrarvela.

lunedì 22 maggio 2017

come si mette l'orologio sul polso destro?

da qualche giorno è comparso sul mio polso sinistro un bozzo. una piccola escrescenza all'apparenza innocua che però, se toccata, mi fa male. (la diagnosi di google è cisti. vediamo se il medico specializzato in ipocondria sarà d'accordo.)
per alcuni giorni ho resistito stoicamente al dolore-fastidio che provavo ogni volta che l'orologio entrava in collisione col bozzo. poi mi sono arresa e ho spostato l'orologio sul polso destro.
ma come si mette l'orologio sul polso destro? perché comunque lo giri ho l'impressione che sia storto.

domenica 21 maggio 2017

wonderwoman

ti alzi la domenica all'alba e in una congiuntura di sole e senso di colpa decidi di andare a correre al parco dei criceti. e lì chi trovi?
wonderwoman.
wonderwoman c'è sempre, estate e inverno, in short inguinali e top. sfoggia una tavola di addominali scolpiti da michelangelo in persona. si allena come se si stesse preparando per la 100km del passatore. ha un'andatura asimmetrica, quasi claudicante, che non le impedisce di correre a 15 chilometri orari nei giorni in cui si sforza di tenere un ritmo blando*.

wonderwoman sta già correndo quando arrivi ed è ancora lì a correre quando te ne vai. tu sei rossa in faccia, e stai strisciando sui gomiti anche se hai corso solo mezz'ora, e il moribondo ti ha superato e fatto ciao come le caprette di heidi. invece wonderwoman resta lì, a correre leggera e determinata. fresca come se avesse iniziato l'allenamento due minuti fa.

e quando in una congiuntura di sole e senso di colpa decidi di tornare a correre al parco... wonderwoman c'è già, e sta correndo. e tu ti chiedi se sia solo un caso e lei in realtà si alleni quanto te, o se invece sia una presenza soprannaturale, mitologica, frutto della tua immaginazione.


* per gli amanti del gergo tecnico: 4''/km nei giorni di scarico.