venerdì 25 dicembre 2020

il mio 2020 in libri - febbraio


febbraio è stato un mese molto fortunato, il 20 febbraio in particolare è stato uno dei giorni più belli della mia vita.

è a febbraio che lo letto due dei libri più belli dell'anno. col senno di poi, è stato il canto del cigno per molte cose, ma in generale "sia lodato febbraio 2020"

* nel segno dell'anguilla - patrik svensson: è un libro stranissimo, un po' memoir un po' saggio naturalistico. da un lato ci sono le parti scientifiche documentate sulla vita delle anguille, uno dei pesci più misteriosi del pianeta. dall'altro i racconti personali dell'autore, il rapporto con suo padre, le lunghe ore passate a pescare anguille con lui. davvero un bel libro, magnetico, originalissimo che fa parte della categoria di libri che leggo per vedere come gli autori affrontano il tema del rapporto con il padre. sono venuta a conoscenza di questo libro grazie a chiara di bookblister che ne ha parlato nella sua rubrica "libri a colacione". quindi grazie chiara. se non la seguite, seguitela.

* come ho scritto un libro per caso - annet huizing: è un libro per ragazzi che avrei voluto scrivere io, ma in modo un po' diverso. quando dico che è un libro che avrei voluto scrivere, in realtà intendo che è un libro così vicino alla mia sensibilità che avrei potuto scriverlo, perché appartiene a un genere che amo molto (la narrativa realistica per ragazzi) e affronta temi che mi stanno molto a cuore (la scrittura).  ho impiegato molti mesi del 2020 a capire quale sarebbe stato il mio prossimo libro da scrivere, e questo libro è stato un punto di riferimento per mettere a fuoco quella che sarà la mia prossima storia pubblicata.  

* scrivi più bianco - chiara gandolfi: è il libro che ho letto mentre andavo incontro al giorno più bello del 2020. chiara ha una voce meravigliosa, una newsletter meravigliosa, un calendario dell'avvento sonoro meraviglioso, scrive testi meravigliosi tra cui questo ebook. è una di quelle professioniste che mi fa dire che da grande vorrei essere un po' lei. per di più questo ebook è pubblicato da quei tipi meravigliosi di zandegù. 

sì, lo so, ho avuto un anno intero per scrivere sul blog e mi sveglio adesso.
funziono così. e comunque... buon natale

2 commenti:

babalatalpa ha detto...

Uh, che brava ad aver riproposto questi spunti qui! Avevo visto il primo post su Instagram ma con i social, come sai, sono incostante e perdo pezzi. “Nel segno dell’anguilla” l’avevo già inserito in wishlist dopo il suggerimento che avevi lasciato da me. Arriverà anche il suo momento!

azzurropillin ha detto...

ciao,
in verità considero questo blog il punto di riferimento e fb e ig posti in cui riproporre i contenuti.
so che i blog sono vecchi e non se li fila più nessuno, ma è qui che mi sento a casa ed è qui che preferisco tornare a scrivere.
grazie a te, che vieni qui a leggere.