martedì 3 settembre 2019

dove come quando perché ho deciso di tagliarmi i capelli a zero (o quasi)

è da mesi che ci penso, che continuo a rimuginare e aggiungere motivazioni.
  1. la prima, la più ovvia, è che ha fatto caldo, molto caldo, troppo caldo, e liberarmi di tutta la cofana di capelli mi è sembrata da subito un'ottima strategia per sentire meno caldo. (con un grandissimo tempismo sto per tagliarmi i capelli a zero a tre giorni dal ritorno dell'inverno, ma vabbè. ognuno ha i suoi tempi di maturazione)
  2. è un progetto artistico - assolutamente cazzaro e senza vere pretese artistiche. voglio mostrare il passare del tempo, diventare una sorta di clessidra umana. dopo essermeli rasati, non taglierò più i capelli fino a quando il romanzo che ho scritto quest'estate non sarà pubblicato. sarà una misura dell'attesa. il nome del progetto è: #mostronondico, che da un lato riprende la regola base della scrittura creativa "show don't tell" e dall'altro mi ricorda che probabilmente con i capelli a zero sembrerò un mostro (consapevolezza prima di tutto :) )
  3. è una presa di posizione personale. un modo per ricordarmi che non ho bisogno dell'approvazione di nessuno. non ho bisogno di essere femminile e carina per nessuno. non ho bisogno di chiedere il permesso a nessuno. (e probabilmente nemmeno tu)
per passare dal pensiero all'azione, non sapevo se andare da una parrucchiera, se tentare di fare da me col rasoio del matematico (per poi andare da una parrucchiera). ho provato a coinvolgere mia sorella più piccola, ero tentata di chiedere alla mia amica image coach di aiutarmi.
alla fine mi sono infilata nel salone più vicino a casa - lo stesso in cui ero andata l'ultima volta - e ho chiesto i capelli a zero. quasi a zero. la parrucchiera voleva farmi un ciuffo più lungo davanti, ma no.
alla fine non sono proprio a zero ma a 4 millimetri.
quando mi specchio mi sento molto eleven di stranger things, con il triplo degli anni



2 commenti:

babalatalpa ha detto...

ok, 4 millimetri son davvero pochi, anche per una fan del capello corto, come la sottoscritta.
Il vero rischio è che ora ti ci abituerai perchè, se è vero che i capelli ricrescono, è anche vero che le mezze lunghezze sono ingestibili e alla fine opterai per un nuovo taglio. O forse no. Tra un anno avrai di nuovo una lunga e folta chioma. Chissà.

azzurropillin ha detto...

L'idea è di non tagliarli più fino a quando il romanzo che ho scritto quest'estate verrà pubblicato. Conoscendo i tempi dell'editoria... verrò scritturata per interpretare Raperonzolo