lunedì 20 gennaio 2014

internet-dipendenza

se fosse per me passerei tutta la giornata a cazzeggiare su internet. spesso lo faccio. ho perso giornate intere giocando a candy crush. se avessi riversato le stesse energie in altro, ora parlerei fluentemente il tedesco, o avrei un fisico tonico e scolpito, o sarei una prolifica romanziera. forse persino tutte e tre le cose insieme!
per riuscire a scrivere il mio romanzo, quindi, ho bisogno di essere disconnessa. e per essere disconnessa chiedo al matematico di portarsi in ufficio il cavo di alimentazione del modem. sì, lo so, è un rimedio estremo, ma io sono drogata, internet-dipendente a livelli da ricovero. e quindi.
per quattro giorni ha funzionato. senza connessione dalle nove di mattina alle sei di sera ho scritto moltissimo. ho sempre raggiunto l'obiettivo quotidiano, ho letto due romanzi, ho camminato, ho persino fatto dei riposini pomeridiani. e mi sono resa conto che è fantastico. che non c'è nessun bisogno di leggere le email un secondo dopo che sono state spedite, che non c'è nessuna fretta di avventarsi sui messaggi di stato degli amici di fb in tempo reale. un paio d'ore la sera sono più che sufficienti per tenersi aggiornati su tutto.
oggi, però, verso le cinque, ho avuto la malaugurata idea di cercare delle connessioni non protette. non ne avevo mai trovate prima, ero sicura che non ne avrei trovate nemmeno oggi.
invece.
invece una l'ho trovata. e ora la stesura del mio romanzo è di nuovo a repentaglio.

2 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Io mi ripeometto sempre di passare meno tempo su internet, darmi un limite, mettere un cronometro sull'ipad ...

Smila Blomma ha detto...

ahah! sei una drogata vera! ora devi farti portare via la batteria del computer e iniziare a scrivere A MANO!