domenica 26 agosto 2012

educazione alla felicità

non ho figli e non desidero averne.
nonostante questo mi sono convinta che i figli prima di tutto vadano educati alla felicità, e io non ne sarei capace. non sono stata educata alla felicità. sono stata educata al sacrificio, al rispetto, alla responsabilità. a un sacco di altre cose buone e giuste. ma non sono stata educata a essere felice. non sono stata educata all'ottimismo, a un po' di sano edonismo, al piacere.
mangiare, fare i compiti, studiare, lavarsi, dormire. tutto senza trarne piacere. non si mangia perché è buono ma perché se non mangi muori e se si spreca il cibo si fa dispetto ai bambini che muoiono di fame in africa.
non ho mai visto i miei genitori andare al cinema, uscire a cena, divertirsi. tutti impegnati al sacrificio, come se la vita non fosse qualcosa da amare ma un nemico da combattere per non soccombere.
quindi se avete figli, o state per averne, credo sia una buona idea essere felici con e per lui/lei/loro.

6 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Ti capisco bene ... I miei sono come i tuoi, io però piano piano mi sto educando un po' da sola!

Anonimo ha detto...

Idem! E anch'io sto tentando l'auto-ricondizionamento, ma con scarsi risultati ;)
sadie

Anonimo ha detto...

come ti capisco! sottoscrivo in pieno anche io. anche io non sono stata educata alla felicità, ma solo al sacrificio. e mi chiedo se un giorno per questo saprò essere una buona madre
laformicascalza

sariti ha detto...

Io con il passare del tempo mi sono invece resa conto che i miei genitori mi hanno educato alla felicità e non smetterò mai di ringraziarli per questo.

azzurropillin ha detto...

il club degli infelici che vorrebbero essere felici ha già quattro iscritti, se qualcun altro si vuole aggiungere...
per il club dei felici rivolgersi a sariti :)

Anonimo ha detto...

Bellissimo