mercoledì 20 giugno 2012

fashion victim


per partecipare ai workshop di lucca che sto frequentando, bisognava presentare un progetto di romanzo per ragazzi, una sinossi, la descrizione dei personaggi e dell'ambientazione, e una manciata di cartelle per mostrare come l'avremmo scritto.
alla gelateria hohermarkt, davanti a sei palline di gelato, ho scritto un paio di cartelle in cui la mia protagonista arrivava in campagna con un paio di ballerine nere di vernice... a luglio.
ieri, gli editor che hanno letto e selezionato i nostri progetti, ce li hanno smontati. ci hanno detto: scrivi benissimo, il tuo progetto è bellissimo, ma... è tutto da rifare.
la cosa che nel mio progetto è da rifare è la protagonista, difficile da capire. "dalla descrizione che ne fai sembra una fashion victim, ma poi mette un paio di ballerine di vernice a luglio. e si sa, le scarpe di vernice si portano al massimo fino a maggio!"
sto scrivendo dalla hall dell'ostello coi jeans e la camicia da notte, senza essermi pettinata né lavata la faccia.
sono o no una fashion victim come la mia protagonista?

3 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Fashion is your victim!

Enea ha detto...

Il viaggio notturno ti e' andato bene, potevi incontrare dei maleodoranti individui, bestimmitori e allupati senza fine che ti mettevano gli occhi addosso e commentavano a voce alta quello che pensavano sul sesso. Un mio consiglio dal cuore, non andare a questi incontri, non cercare piu' in italia un editore, cercalo in Austria o in Germania e vedrai come cambieranno le cose, specialmente se scrivi per i piccolini. Azzurropillin e' un colore fantastico.

b & k ha detto...

Ma come le scarpe di vernice si portano fino a maggio??? Mi sa che stando qui per due anni, ho perso ogni dignita' in fatto di stile. Non che prima ne avessi eh...