mercoledì 22 febbraio 2012

due in uno, perché "tu is megl che uan"

è ricominciata la trafila dei colloqui di lavoro.
oggi ne ho fatti due: uno in una gelateria, uno in una pizzeria.
secondo l'annuncio, la gelateria cercava una conista part time. la realtà è che la gelateria cerca una cameriera full time.
secondo l'annuncio la pizzeria cercava una cameriera full time. la realtà è che la pizzeria cerca una cameriera part time.
a questo punto non so nemmeno io cosa cercare.
ho deciso che mi candido per qualunque posto di cameriera nel raggio di 30 minuti da casa. il primo lavoro che mi viene offerto, non importa se part time o full time, è mio. (se devo fare un lavoro che non è quello dei miei sogni, che sia almeno vicino casa.)
con le lezioni di italiano sono una frana. non sono riuscita a trovare altre collaborazioni con altre case editrici che, sommata alla collaborazione attuale, possano garantirmi continuità di lavoro e di reddito.
ergo: datemi un lavoro purché sia onesto e mi paghino per farlo.

3 commenti:

b & k ha detto...

Caspita!Ci hanno proprio separato alla nascita! Anche io sono in periodo di colloqui e decisioni lavorative...:/
In bocca al lupo!

Sogni nei Cass(on)etti ha detto...

non abbandonare i sogni, mi raccomando. va bene trovare un lavoretto che ti permetta di andare avanti, ma continua a cercare, e non arrenderti mai. rinunciare ai sogni è un po' come morire...
domanda da tecnico: hai fatto proprio tutto e nel modo giusto per trovare occupazione? la mia esperienza mi insegna che purtroppo la maggior parte delle persone non si muove bene nella ricerca del lavoro, lasciandosi così sfuggire tante opportunità... il mondo del lavoro là fuori è quello che è, purtroppo, e a maggior ragione dobbiamo diventare dei cercatori di lavoro efficaci!
in bocca al lupo!
gianluca

Anonimo ha detto...

Cara Silvia,
la "conista"... geniale! Mi piace sempre tanto come scrivi e il tuo stile. Penso che tutte queste esperienze che stai facendo, anche lontane dal tuo mondo e dai tuoi studi, diventeranno la materia INCANDESCENTE :-) dei tuoi prossimi racconti o del romanzo che pubblicherai!! Perché sia che tu faccia la pizzaiola, la pasticcera, la gelataia (io ho fatto l'agente di viaggio e la bigliettaia alle ferrovie) o l'insegnante o l'editor, questo tu sei, una vera scrittrice!
Un abbraccio,
Nico