martedì 29 luglio 2008

grafologia

una caratteristica della mia grafia è che il trattino della "t" non interseca l'asta verticale. per molto tempo ho immaginato potesse essere sintomo di ambizione. questa sera ho scoperto quanto segue: se le aste delle vostre "t" volano via come dei palloncini, significa che non siete in grado di controllare bene le emozioni: ogni manifestazione dei sentimenti lascia sul vostro viso un rossore emblematico, in pratica quello che provate ve lo si legge in faccia.

già che c'ero mi sono informata anche sulla "g"
, la lettera che esprime il rapporto con la sessualità:



La g è la lettera che dà le maggiori indicazioni sul tipo di sessualità dello scrivente.

In particolare, una g "panciuta" indica che lo scrivente usa molta fantasia nell’atto sessuale e, se la pancia è esageratamente gonfia, può darsi che le fantasticherie sostituiscano del tutto la pratica.

Se invece il gambo della g è molto lungo e premuto, significa che lo scrivente mette in atto spesso e con ardore la pratica del sesso.

Se invece la pancia della g è inesistente (la g assomiglia ad una q) siamo di fronte ad un rifiuto della sessualità: ciò non significa che lo scrivente non fa sesso, ma che non lo vive con serenità e armonia.


r
iassumendo, non so gestire le mie emozioni e ho un pessimo rapporto con il sesso. forse faccio bene a scrivere tutto al pc...

4 commenti:

lalux ha detto...

Scusa se te lo dico, ma a me quelle G un po' panciute sembrano...

sappi che ora, comunque, per almeno due giorni non riuscirò più a fare una G e una T come mi vengono naturali...

MAQ ha detto...

come stai, silvia? ho appena finito di vedere Tutta la vita davanti che ho affittato perchè mi ricordavo di averne letto sul tuo blog... che film! augh!
ma pure il fidanzato scienziato da berkeley dovevano metterci? ma vogliono provocare?
non affettare via tutto il blog
ciao ciao MAQ

azzurropillin ha detto...

lalux: perché non sperimentare direttamente il mio rapporto con la sessualità?!

azzurropillin ha detto...

maq: adesso sto, spero di ricominciare a stare bene il 2 agosto.
tutta la vita davanti è uno dei film che mi ha fatto stare più male in assoluto.
anche se ho affettato via mezzo blog il peso di quei mesi spariti è ancora tutto qui.
speriamo che il due agosto lavi via anche quello.