mercoledì 20 febbraio 2008

incintitudine

la maternità da un lato mi spaventa e dall'altro mi fa ribrezzo.
comunque la guardi l'idea che io, o una donna che mi è vicina, possa rimanere incinta non mi piace proprio (l'idea di rimanere incinta io, per forza di cose, mi piace molto-molto-molto meno).
sì certo, è la cosa più bella del mondo, sì certo sono ancora giovane e prima o poi mi verrà l'istinto materno. certo, certo.
adesso, però, vedere o sapere una donna in dolce attesa mi mette a disagio.
e le donne in dolce attesa sembrano spuntare come funghi, di questi tempi.
che poi dolce attesa sembra un ossimoro: nausee, notti insonni, mal di schiena. se tutto questo è dolce, be' preferisco strafogarmi di cioccolata.
ma c'è una cosa che davvero non posso sopportare in tutto questo: vedere qualcuno toccare la pancia della futura puerpera.
ma voglio dire: è una pancia. se non fosse incinta la toccheresti la pancia a questa povera futura-mamma?
no!?
e allora tieni le mani in tasca!
ma com'è che tutti si sentono in dovere di sentire, palpignare, accarezzare?
che poi si vedono certe carezze che sembrano voler lucidare il pancione. e mi verrebbe da dire "vuoi anche uno straccetto e un prodotto antipolvere, antistatico?"

ma questo è solo perché, se dipendesse da me, gli umani si estinguerebbero.
mi scuso anticipatamente con tutti quelli la cui sensibilità e femminilità e incintità sarà ferita da questo sfogo infantile.

4 commenti:

alga ha detto...

una volta sono andata al cinema, quando aspettavo la cami e avevo una enorme pancia a siluro che neanche lo zeppelin.
mentre facevo la coda ai cessi (mi scappava sempre la pipì) una signora mi ha chiesto se poteva toccarmi il pancione perché non ne aveva mai visto uno così, e poi tra l'altro pare che porti fortuna.
non mi ha dato fastidio, l'ho trovata una roba buffa.

comunque, da' retta, a fare figli bisogna pensarci.
non una, ma mille volte.
prima.
quindi, se non ti senti pronta, hai tutta la mia comprensione :-)

alice ha detto...

Su su, piccola Erode!
Io ricordo solo che quando mia madre era incintosa di mia sorella (prima) e mio fratello (poi) io ero molto molto gelosa della sua pancia, e ne sorvegliavo il perimetro per essere sicura che mani impure non si posassero sul ventre cocomeroso... d'altro canto pero' IO passavo il tempo a pacioccarla e a stuzzicare fraternamente l'embrione shakerando l'involucro...
Boh, io non allungo le zampe sulle panze incite delle sconosciute solo perche' mi vergogno... ma confesso che mi piace quando posso poggiare i palmi e sentire (o vedere!) che dentro qualcosa snuotazza (magari a te e' proprio questo che fa impresiun!? Che sembra un piccolo alien pronto a schizzar fuori?)...


Ah, non centra una mazza, comunque io sto impazzendo ampresso al tuo twitter, altro che GF (quello di Orwell intendo)... non c'e' un modo di commentarti??

silvia ha detto...

alga: grazie per la comprensione

alice: non so se si possa commentare il twitter. ma per te posso fare un'eccezione, mandami tutti i commenti che vuoi per mail.

Anonimo ha detto...

C'hai ragione, c'hai! Altroché... E tutti a toccarti la pancia. E mica solo quella! Una ha tentato di avvicinarsi al mio seno, perché voleva vedere se era già cresciuto! o.O

A proposito di cioccolata...:P

Barbara