martedì 27 maggio 2008

bisogni primari

ho bisogno di un giorno di sole.
ho bisogno di un giorno di sole per far asciugare i panni.
ho bisogno di un giorno di sole per mettere una maglietta azzurropillin con le maniche corte e una leggera scollatura, e sentirmi bene con me stessa.
ho bisogno di un giorno di sole per fare una lunga passeggiata e riempirmi gli occhi di torino, di una torino luminosa.
ho bisogno di un giorno di sole per non preoccuparmi di dover prendere l'ombrello.
ho bisogno di un giorno di sole per poter lasciare le finestre aperte.
ho bisogno di un giorno di sole per riprendermi il buonumore e mettermi voglia di pulire e sistemare la mansarda messa a dura prova da quasi un mese di assenza e dal repentino ritorno.
ho bisogno di un giorno di sole, ma anche di due o tre giorni di sole consecutivi.
perché sentirsi bene per più di 10 ore consecutive non guasterebbe.

4 commenti:

Pluto ha detto...

qua c'e sole a volonta, infatti e' da un bel po di mesi che non vedo la pioggia

alice ha detto...

... che è un modo sottile per dirci che a Torino sono arrivati i Monsoni e piove da 2 settimane?
Ok... allora devi fare una cosa per me. Per questa cosa sarebbe opportuno avere un ombrello rosso. O come minimo azzurro-pillin. Servirebbero pure degli stivali rossi con i pallini neri, ma anche se non li hai pasiensa.
Devi prendere un pomeriggio di piggia, nell'orario in cui c'è ancora luce ma sta quasi per tramontare, acchiappare l'ombrello e andare ai Giardini Reali. Devi fare tre volte il giro attorno alla fontana tonda, presente qual è? E poi devi passeggiare sotto gli alberi del viale mentre tutto fa ticchititakkete e c'è quel profumo di terra pioggiosa che fa bene assai. Poi, in piazza castello, ti compri la focaccia di Recco calda, o se preferisci un bel gelato da due palline, e torni a casa per via garibaldi. E mentre sei da quelle parti vai in una certa libreria, che se sei indecisa te lo trovano loro un libro bello. E poi, quando ormai fa buio, torni a casa a leggere.
E a quel punto, una volta che hai fatto tutto, io poi devo assolutamente sapere:
1) una cosa che ha a che vedere con la fontana, ma prima devi farci i tre giri
2) il gusto delle tue palline di gelato
3) quali libro ti sei comprata!

Per codesta mission non c'è fretta. L'importante è che venga svolta entro la fine di giugno.
E adesso interrompo le comunicazioni e prego in una bava di connessione...
Alice gabulatrice.

alice ha detto...

ah! Ma quanto era che non davo libero sfogo alla mia "logorroicità" su questi schermi???
alice straparlatrice

Mblue ha detto...

Azzurro...come stai messa a macumbe?
No, perché oggi, dopo giorni e giorni di pioggia, C'E' IL SOLE!