sabato 22 marzo 2008

quando gli oggetti ti parlano

ero al supermercato con mia sorella chiara.
dovevamo comprare delle banane e delle fragole.
mi sono fermata allo scaffale dei libri, ho constatato la totale assenza dei libri della casa editrice per cui lavoro e poi il mio sguardo è caduto su questo















e senza neanche leggere la quarta di copertina per intero l'ho comprato.
ho comprato 5 banane, una vaschetta di fragole e questo libro, che non può che essere il mio libro. un libro che parla di me e del matematico allo stesso tempo.
una specie di dichiarazione d'amore.
immagino così il mio matrimonio:
matematico, prendi questo libro come segno del mio amore e della mia fedeltà.
azzurropillin, prendi questo libro come segno del mio amore e della mia fedeltà.
e per mano, ognuno con la sua copia, andiamo...

1 commento:

alga ha detto...

credo si chiami serendipity.