mercoledì 19 dicembre 2007

sul credere e non credere in dio

dopo mesi di assoluta indifferenza nei confronti della religione, questo natale mi ritroverò di nuovo in chiesa.
e sarà strano, magari avranno ricominciato a recitare la messa in latino o avranno apportato delle modifiche al padre nostro, e mi sentirò fuori posto, per il fatto di non sapere cosa dire né quando.
è che dopo anni di parrocchia, azione cattolica, volontariato, ho improvvisamente smesso di occuparmi di religione e di fede e non ne sento affatto la mancanza.
riporto qui sotto le parole di natalia ginzburg, tratte dalla raccolta di saggi che si intitola mai devi domandarmi, che mi sembrano molto vere nella loro apparente semplicità:

il credere di chi crede è un credere così incredulo che rassomiglia straordinariamente al non credere”

“il credere di chi crede è così dubbioso e vacillante, sempre così vicino a spegnersi, che non consola affatto, e rischiara assai poco; è come una candela accesa tra vento e pioggia in una notte d’inverno”.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

il credere di chi crede è una candela che non si spegne mai, nè con il vento, nè con la grandine, nè con altro, xkè il credere stesso è infinitamente infinito, è la luce della speranza, avere fede non vuol dire non avere dubbi certo, ma è meglio dire che avere fede vuol dire AFFIDARSI completamente a qualcuno. significa FIDARSI, e la fiducia comporta un margine di rischio, di dubbio, ma è proprio questo che fa della nostra fede qualcosa di magico. buon Natale, e che lo sia veramente

silvia ha detto...

caro anonimo, non volevo offendere la sensibilità di nessuno, tantomeno la tua. ho molto rispetto per la fede degli altri e quando dicevo che quelle frasi mi sembrano molto vere, intendevo che sono vere per me (del resto questo è il mio blog) non che sono vere in assoluto.
buon natale a te che hai la fortuna di dare un significato vero a questa festa!
silvia

Anonimo ha detto...

ma figurati, non c'è niente di offensivo in quello che hai scritto. solo volevo farti capire quanto bello puo essere avere fede, xkè mi dispiaceva pensare ke qualcuno vive senza credere.. ma tutto qui.. ancora auguri
un bacio

silvia ha detto...

non accetto caramelle né baci dagli estranei
:-)