sabato 10 novembre 2007

quando il vuoto esploderà

sms, telefonate con il cellulare o con skype, e-mail, blog, carta e penna, chiacchierate, chat. sono tutti i modi che ho a disposizione per comunicare. eppure mi sembra che più moltiplico le possibilità di relazione meno riesco a creare e consolidare legami. un sacco di volte mi sembra di parlare senza riuscire a farmi capire o di parlare senza riuscire a dire quello che vorrei.
qui mi sembra di non aver nulla da scrivere e condividere, trovare gli argomenti spesso mi è davvero difficile.
a volte mi capita di mandare mail a persone con cui potrei parlare, per timidezza o per la convinzione (forse infondata) che la scrittura mi riesce meglio della conversazione.
odio dover avere a che fare con la consapevolezza della mia incapacità a comunicare.

3 commenti:

Laura ha detto...

succede anche a me. mi è più facile affidare quello che penso allo scritto che non al parlato...

Anonimo ha detto...

per come conosco io silvia, e dopo averci abitato assieme per un anno, mi sento di poterla contraddire. lei ha un'ottima capacità comunicativa ed è proprio nella scrittura che la esprime in modo invidiabile.
"la scrittura mi riesce meglio della conversazione"
è vero, molte volte è stato difficile comunicare verbalmente con lei, ma le cose che riesce a evocare scrivendo, le emozioni che da', quelle sono comunicazione pura.
non credo esistano comunicazioni di serie a e serie b. se lei lo fa scrivendo e lo fa bene, non ha nulla da recriminarsi.
un abbraccione alla mia silviuti!
sere

silvia ha detto...

laura: mal comune mezzo gaudio

sere: mi lusinghi, davvero.